Giudice del registro delle imprese

COS'E'

E' istituito il registro delle imprese per le iscrizioni previste dalla legge.
Il registro è tenuto dall'ufficio del registro delle imprese sotto la vigilanza di un giudice delegato dal presidente del tribunale.
Il registro è pubblico.
Il Giudice del Registro  delle Imprese è competente nei seguenti casi:

  1. rifiuto dell'iscrizione nel registro delle imprese da parte dell’ufficio del registro
  2. il G.R.I. ordina con decreto l'iscrizione nel registro delle imprese, quando la stessa sia obbligatoria e l'imprenditore non vi abbia provveduto entro il termine fissato dall'ufficio del registro delle imprese;
  3. il G.R.I. ordina con decreto la cancellazione dell'iscrizione avvenuta in assenza delle condizioni richieste dalla legge.

NORMATIVA

Codice Civile - Artt. 2188, 2189, 2190, 2191, 2192

CHI PUO' RICHIEDERLA

Contro il rifiuto dell'iscrizione si può ricorrere entro otto giorni dalla comunicazione al Giudice del Registro delle Imprese. Il giudice può anche disporre d’ufficio la iscrizione o la cancellazione nel registro delle imprese.

DOVE

Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Viterbo - Cancelleria Volontaria Giurisdizione - Piano Primo – Stanza 35

Informazioni telefoniche:

Dott. Orlandi Massimiliano

D’Abbondanza Claudio

Orario sportello: dal lunedì al venerdì 9:00 – 12:00

COME SI SVOLGE

Il ricorso è diretto al Giudice del Registro delle Imprese che provvede con decreto.
Contro il decreto del Giudice del Registro delle Imprese si può ricorrere al Tribunale, entro 15 giorni dalla comunicazione.
Il decreto che pronuncia sul ricorso deve essere iscritto d’ufficio nel registro .
Si può presentare ricorso anche per chiedere l'annullamento del provvedimento di cancellazione dal registro delle imprese nel caso in cui, dopo la cancellazione stessa, emerga l'esistenza di crediti dell'impresa.

COSTI

Contributo unificato di € 98 e una marca da € 27 per diritti forfetizzati per notifiche.