Competenza Civile

COS'E'

La competenza comprende cause relative a: beni mobili (sino a € 5.000); risarcimento danni da circolazione veicoli e natanti sino a € 20.000; misura e modalità d'uso dei servizi condominali; emissioni di fumi e rumori quando superino la normale tollerabilità; apposizione di termini (confini certi in materia agricola); distanze di alberi e siepi dal confine; opposizione alle sanzioni amministrative sino a € 15.493, 71 es. "multe" per violazione C.d.S (Attenzione! Per alcune materie l'opposizione alle sanzioni amministrative va proposta al Tribunale vedi scheda "Opposizione a sanzioni amministrative"),immigrazione e nomina curatore speciale.

Per maggiori informazioni vedi paragrafo“Nota bene”.

Attenzione: La competenza del Giudice di Pace deve essere stabilita in base a, nell'ordine: territorio, materia e valore.

NORMATIVA

Codice di Procedura Civile - artt. 7 e 82

D.Lgs. 30-04-1992, n. 285, Art. 204-bis

Artt. 316 e 415 comma 2 Codice Procedura Civile

Artt. 78 - 79 - 80 Codice Procedura Civile

DOVE

Ufficio del Giudice di Pace di Viterbo: Palazzo di Giustizia – Via Falcone e Borsellino n.41 -  Piano Terra- blocco B – stanza 34-35.

Telefono: 0761/351808 – 076/351815

Orario sportello: dal lun. al ven. dalle ore 9:00 alle ore 12:00 salvo per atti in scadenza che possono essere depositati sino alle 13:30

COME SI SVOLGE

E' possibile stare in giudizio personalmente senza l'assistenza di un avvocato per le opposizioni alle sanzioni amministrative e nelle cause di valore sino a € 1.100. Il Giudice di Pace valutata la natura ed il valore della causa può autorizzare le parti a stare in giudizio personalmente. Il Giudice di Pace può decidere secondo equità. Per presentare il ricorso contro le sanzioni amministrative e per l'iscrizione a ruolo delle cause ci si deve rivolgere prima alla Cancelleria del Giudice di Pace competente per territorio e pagare il contributo unificato.

NOTA BENE

Il Giudice di Pace è competente per le seguenti cause:

FINO A € 5000 PER BENI MOBILI 
Vi rientrano i beni materialmente trasferibili quali merci, autoveicoli etc.; il pagamento di somme di denaro o la consegna di una cosa determinata, nonché i decreti ingiuntivi compresi quelli relativi a canoni di locazione non pagati, come chiaramente stabilito dalla Corte di Cassazione, Sezioni Unite Civili, con l'ordinanza del 19 ottobre 2011 n. 21582.

SINO A € 15.473,71 OPPOSIZIONI ALLE SANZIONI AMMINISTRATIVE
Le violazioni alle norme del codice della strada, delle licenze commerciali per il  commercio fisso o ambulante, dell’orario dei mercati, delle quote latte, della vaccinazione dei minori etc., sono punite con sanzioni amministrative. Contro i verbali di contestazione delle suddette violazioni, si può ricorrere al Giudice di Pace; qualora sussistano dubbi sulla legittimità dell’operato degli Organi verbalizzanti (Polizia municipale,  Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza etc.).

FINO A € 20000 PER RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DI VEICOLI E NATANTI
Il cittadino, che abbia subito danni al proprio veicolo e/o alla sua persona in un incidente stradale,  qualora la Compagnia di Assicurazione responsabile rifiuti il risarcimento, può rivolgersi al Giudice di Pace per ottenere il riconoscimento del suo diritto.

OBBLIGAZIONI DERIVANTI DA DIRITTI SU BENI IMMOBILI
Il Giudice di Pace è competente per il risarcimento di danni derivanti da rapporti personali o obbligatori tra privati (persone fisiche, società, condomini) compresi i decreti ingiuntivi per canoni di locazione non pagati ed eventuali successive opposizioni agli stessi, entro il limite previsto di € 5000. Sono invece escluse le controversie aventi ad oggetto diritti reali su beni immobili (Corte di cassazione, Sezioni unite civili, Ordinanza 19 ottobre 2011, n. 21582).

CONTROVERSIE EUROPEE DI MODESTA ENTITA’ ( SINO A 2000 EURO )
Il Giudice di Pace decide inoltre sulle controversie di natura civile e commerciale per crediti non superiori a € 2000, nelle quali una delle parti deve avere residenza o domicilio abituale in uno Stato membro della Unione Europea diverso dall’Italia. Non è necessaria l’assistenza di un legale e lo scambio degli atti difensivi avviene direttamente tra le parti. La sentenza è immediatamente esecutiva senza la dichiarazione di esecutività.

SENZA LIMITE DI VALORE PER LA MISURA E LE MODALITA' D'USO DEI SERVIZI COMUNI CONDOMINIALI
L'impianto centralizzato di riscaldamento, gli sprechi di energia elettrica e/o acqua qualora il contatore sia comune, l’uso e la manutenzione del cortile e/o giardino condominiale, la pulizia delle scale, il possesso di animali domestici, etc.

SENZA LIMITE DI VALORE PER IMMISSIONI  DI  FUMI, RUMORI E ALTRE PROPAGAZIONI CHE SUPERINO LA NORMALE TOLLERABILITA’
Qualora il fumo, il calore, il suono, le esalazioni dall'edificio o dal fondo confinante superino la normale tollerabilità (vedi sito internet ARPA), è possibile proporre un’azione per ottenere l’adeguamento ai limiti di legge ed eventualmente chiedere il risarcimento del danno.

SENZA LIMITE DI VALORE PER APPOSIZIONE DI TERMINI
Quando i confini tra due fondi agricoli mancano o non sono più visibili, ma sono provati da dati certi e riconosciuti (atti pubblici, catasto…), il Giudice di Pace, su richiesta di una delle parti, emette una sentenza che obbliga a rendere evidente e riconoscibile il confine con la costruzione di recinzioni o muri (a spesa della causa è ripartita tra le due parti).

SENZA LIMITE DI VALORE PER LE DISTANZE DI ALBERI E SIEPI DAL CONFINE (LITI DI VICINATO)
Il Giudice di Pace provvede con sentenza nelle cause relative ad alberi e/o arbusti piantati vicino al confine ad una distanza minore di quella stabilita dai regolamenti comunali, o in mancanza dagli usi. Se non esistono disposizioni vale quanto disposto dal codice civile.

IMMIGRAZIONE
Il Giudice di Pace convalida, senza giudicare nel merito e in assenza di palesi irregolarità, i provvedimenti di espulsione degli stranieri emessi dalla Questura. Giudica inoltre sui ricorsi presentati contro i suddetti provvedimenti di convalida.

NOMINA CURATORE SPECIALE

E' possibile stare in giudizio senza l'assistenza di un avvocato per le opposizioni alle sanzioni amministrative e per cause di valore inferiore a 1.100, 00 €. Il Giudice di Pace valutata la natura ed il valore della causa può autorizzare le parti a stare personalmente in giudizio. La presentazione dei ricorsi e l'iscrizione a ruolo delle cause deve essere fatta alla Cancelleria dell'Ufficio G.d.P. competente per territorio e dopo il pagamento del contributo unificato.

Stampa la scheda Competenza Civile in pdf.